FANDOM


Riga 57: Riga 57:
 
Un anno dopo, venuto a sapere della morte di Larxene e della caduta dell'Impero Destroinal, si reca nel Regno dell'Oscurità e sfoga la sua rabbia, anche se è ancora motivato a proseguire nel suo piano anche senza di lei.
 
Un anno dopo, venuto a sapere della morte di Larxene e della caduta dell'Impero Destroinal, si reca nel Regno dell'Oscurità e sfoga la sua rabbia, anche se è ancora motivato a proseguire nel suo piano anche senza di lei.
   
Il giorno dopo viene mandato ad uccidere [[Cell]] e [[Malefica]] che sono ormai diventati inutili per gli scopi dell'Organizzazione XIII, ma invece di ammazzarli Marluxia li recluta come suoi nuovi aiutanti al posto di Larxene promettendogli il potere. Poco dopo Maschera di Ghiaccio porta lo [[Scettro della Luce]] all'Organizzazione XIII che può così portare a termine il suo piano il giorno dopo non appena il Master abbia preso insieme a Sasuke ciò che gli manca per completare il Rito della Gloria Nera. Una volta ucciso Sasuke e preso l'ultimo elemento, il sangue di una vittima sacrificale, Master Xehanort e Darkster ritornano al covo, ma quella sera Sora li attacca e, dopo un breve combattimento con Deidara, Moria e il Grande Mago Piccolo viene colpito mortalmente dall'anziano che elimina così una parte del suo cuore e, prima che quest'ultimo potesse dargli il colpo di grazia, Sora sparisce in una luce accecante.
+
Il giorno dopo viene mandato ad uccidere [[Cell]] e [[Malefica]] che sono ormai diventati inutili per gli scopi dell'Organizzazione XIII, ma invece di ammazzarli Marluxia li recluta come suoi nuovi aiutanti al posto di Larxene promettendogli il potere. Poco dopo Maschera di Ghiaccio porta lo [[Scettro della Luce]] all'Organizzazione XIII che può così portare a termine il suo piano il giorno dopo non appena il Master abbia preso insieme a Sasuke ciò che gli manca per completare il Rito della Gloria Nera. Una volta ucciso Sasuke e preso l'ultimo elemento, il sangue di una vittima sacrificale, Master Xehanort e Darkster ritornano al covo, ma quella sera Sora li attacca e, dopo un breve combattimento con Deidara, Moria e il Grande Mago Piccolo, viene colpito mortalmente dall'anziano che elimina così una parte del suo cuore e, prima che quest'ultimo potesse dargli il colpo di grazia, Sora sparisce in una luce accecante.
   
 
== Battaglie Principali ==
 
== Battaglie Principali ==

Revisione delle 17:28, set 18, 2013

Marluxia
Marluxia
Nome Marluxia
Debutto Capitolo 81
Razza Nessuno
Stato Attuale Attivo


Marluxia è un Nessuno proveniente dall'Universo di Kingdom Hearts apparso durante la seconda serie della Fan Fiction.

Il Personaggio

Marluxia è un giovane Nessuno che indossa il classico mantello nero che hanno tutti i Nessuno che hanno mantenuto il loro corpo, con in più degli stivali e dei guanti dello stesso colore. Ha capelli rosa un pò lunghi e pettinati e anche degli occhi blu.

Nonostante apparentemente pare essere un bravo ragazzo, in realtà è perfido e calcolatore, nonché ambizioso e strategico, difatti ha accettato di far parte dell'Organizzazione XIII solamente per attendere il momento in cui stanno per portare al termine il loro piano per uccidere il Master e i suoi subalterni ed ottenere così il potere: per riuscirci ha deciso di allearsi prima con Larxene e successivamente Cell e Malefica.

Galleria Immagini

Falce di Marluxia
Falce di Marluxia
Marluxia Prima Trasformazione
Marluxia Prima Trasformazione

Storia

Passato

Young Xehanort, dopo averlo trovato nel passato, gli offre la possibilità di avere salva la vita o di poterla cambiare unendosi all'Organizzazione XIII capitanata dal Master, l'uomo alla fine decide di accettare. Tuttavia subito dopo stringe un alleanza con Larxene per distruggere l'Organizzazione XIII poco prima che porti al termine il suo piano ed ottenere così il potere tutto per sé. Un mese dopo il completamento dell'organizzazione Marluxia consiglia a Larxene di provare a catturare Nami senza farlo sapere agli altri, ma la donna viene scoperta da Sasori e riportata indietro.

Seconda Serie

Tre giorni dopo partecipa alla riunione dell'Organizzazione XIII nel Mondo che non Esiste durante la quale viene deciso di assegnare l'Universo di One Piece conquistato in precedenza da Sasuke e dal Grande Mago Piccolo proprio all'Uchiha e di mandare con lui Larxene e Kidd come comprimari; inoltre, dopo aver scoperto Yuffie che spiava la loro conservazione e averla fatta uccidere da Larxene e Darkster, il gruppo stringe un alleanza con Zero e Maschera di Ghiaccio per catturare le ultime reincarnazioni dei Cavalieri della Speranza rimaste. Successivamente, dopo che Marluxia e Larxene hanno litigato nel Regno dell'Oscurità, l'Organizzazione XIII parte per trovare una nuova Base lasciando comunque indietro Re Cold per prevenire un attacco nemico.

Alla sera Marluxia e Larxene attaccano il Radiant Garden per catturare Seto in quanto l'Anticristo e creano una barriera elettrica intorno alla sala reale per impedire l'intervento degli adulti, ma alla fuga dei bambini Larxene si lancia al loro inseguimento e Marluxia, dopo aver sconfitto Brook e Jack Skeletron, si vede costretto ad affrontare Goten mentre i suoi Nesciens si occupano di Sanji: alla fine, con il ritorno di Brook e Jack e l'arrivo di Hanasia che ha messo in fuga Larxene, Marluxia si vede costretto a battere in ritirata.

Quella notte viene indetta una nuova riunione durante la quale Master Xehanort introduce i due nuovi acquisti dell'Organizzazione XIII: il sicario Xion e il sostituto di Re Cold Ultra Bu. La mattina dopo Marluxia si reca nel Regno dell'Oscurità a bearsi del suo piano, ma Ener lo segue di nascosto e scopre così il tradimento suo e di Larxene.

Un anno dopo, venuto a sapere della morte di Larxene e della caduta dell'Impero Destroinal, si reca nel Regno dell'Oscurità e sfoga la sua rabbia, anche se è ancora motivato a proseguire nel suo piano anche senza di lei.

Il giorno dopo viene mandato ad uccidere Cell e Malefica che sono ormai diventati inutili per gli scopi dell'Organizzazione XIII, ma invece di ammazzarli Marluxia li recluta come suoi nuovi aiutanti al posto di Larxene promettendogli il potere. Poco dopo Maschera di Ghiaccio porta lo Scettro della Luce all'Organizzazione XIII che può così portare a termine il suo piano il giorno dopo non appena il Master abbia preso insieme a Sasuke ciò che gli manca per completare il Rito della Gloria Nera. Una volta ucciso Sasuke e preso l'ultimo elemento, il sangue di una vittima sacrificale, Master Xehanort e Darkster ritornano al covo, ma quella sera Sora li attacca e, dopo un breve combattimento con Deidara, Moria e il Grande Mago Piccolo, viene colpito mortalmente dall'anziano che elimina così una parte del suo cuore e, prima che quest'ultimo potesse dargli il colpo di grazia, Sora sparisce in una luce accecante.

Battaglie Principali

Abilità e Poteri

Marluxia è uno dei Nessuno più potenti: combatte utilizzando una lunga falce che usa per attaccare, come scudo, per lanciare onde d'aria affilate, creare grandi combo, creare voragini oscure, maledire l'avversario, creare tornadi di fiori e farla roteare sotto terra. Ha una potenza magica e fisica estremamente forte che lo rendono molto potente e pericoloso. Inoltre possiede anche due trasformazioni che lo rendono più potente di quando è nella sua forma originale, rendendo così Marluxia l'unico Nessuno in grado di mutarsi.

Tra le tecniche che conosce ci sono:

  • Petal Slash: Tirando un potente colpo al vento, il Nessuno genera un fendente d’aria avvolto da tanti petali rosa che colpisce l'avversario. Utilizzato per la prima volta contro Brook e Jack Skeletron.
  • Petal Cut: Portando in alto la sua arma, Marluxia la fa scendere in picchiata per colpire con la punta la testa dell'avversario e ucciderlo. Utilizzato per la prima volta contro Goten.
  • Petal Laser: Dopo essersi trasformato, Marluxia genera una sfera di petali davanti a sé e spara da essa un raggio laser avvolto dai petali in grado di competere con la Kamehamea di un SSJ. Utilizzato per la prima volta contro Goten.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.